COME ADERIRE – Petizione

Per firmare l’adesione online clicca qui: www.petizioni.com/si_al_turismo

Se fai un video di adesione invialo in email a si.turismo.venezia@gmail.com e lo pubblicheremo su questo sito.

Oppure puoi aderire compilando il modulo qui sotto:

MODULO DI ADESIONE

Sì al Turismo

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”

Questa Petizione si ispira all’Articolo 1 della Costituzione per chiedere rispetto, sostegno, tutela e valorizzazione del Turismo.

La Petizione è destinata a: Mario Draghi Presidente del Consiglio dei Ministri, Massimo Garavaglia Ministro del Turismo, Luca Zaia Presidente Regione Veneto, Federico Caner Assessore al Turismo Regione Veneto, Luigi Brugnaro Sindaco di Venezia, Simone Venturini Assessore al Turismo Comune di Venezia, Paolo Gentiloni Commissario Europeo, David Sassoli Presidente del Parlamento Europeo.

Richieste

A tutte le persone che lavorano nella filiera turistica deve essere riconosciuta pari dignità. Venezia è Turismo! Basta discriminazioni e denigrazioni con l’ideologia della “monocultura turistica” perché disprezza il Turismo e offende chi lavora nel settore. Chiediamo che il Turismo sia considerato davvero strategico per la ripresa economica insieme alle fondamentali azioni sanitarie anti Covid.

Venezia è Turismo da difendere, qualificare e sviluppare in modo sempre più sostenibile con Agenda 2030, con sinergie tra le professioni e più tutele per i precari. Stop Turismo “mordi e fuggi”, sì al Turismo slow e della Cultura, sì al sistema della prenotazione turistica: l’ospitalità di qualità deve essere ben voluta dai cittadini e integrata con la vita di tutti i giorni.

Venezia è Turismo che sostiene famiglie e territorio. In modo diretto e indiretto fa lavorare guide turistiche, operatori culturali e museali, gondolieri e marinai, tassisti e piloti, organizzatori di eventi e congressi, interpreti, albergatori e gestori di B&B, affittacamere e locandieri, artigiani, maestri vetrai e merlettaie, chef e camerieri, ristoratori e commercianti, pizzaioli, baristi, agricoltori e pescatori, operatori marittimi, imprenditori immobiliari e agenzie, docenti universitari e delle scuole superiori, ingegneri e architetti, personale delle associazioni di categoria, dipendenti pubblici del comparto turistico, manutentori di ogni genere, impresari edilizi, operai, estetiste e parrucchieri, trasportatori e portabagagli, cambiavalute, fioristi e giardinieri, addetti lavanderie e tintorie, operatori ecologici, addetti alle pulizie e sanificazioni, addetti alla sicurezza e prevenzione, arredatori e tappezzieri, artisti, scenografi, musicisti, autori e scrittori, creatori di siti web e video maker, istruttori e noleggiatori, giornalisti, fotografi, grafici e pubblicitari, tipografie e serigrafie, galleristi e ancora altre professionalità.

Cittadini primi firmatari della Petizione: Azzalin Roberto, Barbiero Claudio, Baroni Vittorio, Bigai Anna, Calzati Alessandro, Carraro Flavio, Casciato Pietro, Fanton Lucia, Finotello Carlo, Ganz Paola, Gasparini Gilberto, Guberti Emilio, Jaccheo Gianni, La Rosa Mara, Leporatti Giancarlo, Ljupco Andonovski, Lombardi Valentina, Lucchi Patrizia, Marinello Flavio, Mehanna Andrea, Mognato Gianni, Munaretto Corrado, Niero Simonetta, Roiter Rigoni Riccardo, Russo Roberto, Safwat Youssef, Scarpa Alessandro Marta, Teso Roberto, Tiffi Manuel, Vergani Gianfranco, Vidal Sergio.

Le firme della Petizione si raccolgono online sul sito https://www.petizioni.com/si_al_turismo

MODULO DI ADESIONE

Aderisco all’iniziativa e firmo la Petizione Sì al Turismo